Covid-19 e allattamento. Ecco cosa dicono gli esperti

Allattamento e Cov-19

Il latte materno è fattore di protezione per il neonato e per il bambino.

Anche nei casi in cui la mamma sia positiva al test del Covid-19, l’indicazione degli esperti di tutto il mondo è di allattare i bambini con latte materno per proteggerli.

In questi giorni di grande sgomento e tensione, molte mamme di bambini grandicelli cercano di capire se sia sicuro o meno continuare ad allattare i loro bambini. Anche le neomamme o le donne in gravidanza stanno manifestando i loro dubbi e le loro domande in merito alla questione Covid-19 e allattamento.

Sono tantissime le domande che affollano la mente di noi mamme.

Sarà sicuro allattare il mio bambino?

E se dovessi ammalarmi posso continuare ad allattare?

Come posso essere certa di non trasmettergli il coronavirus?

Cov-19 e alalttamento

Per questo ho deciso di scrivere questo post blog cercando informazioni corrette e sicure dai siti autorevoli e dagli esperti del settore.

L’Istituto Superiore di sanità ha emanato in questi giorni una nota su Covid-19, allattamento, parto e gravidanza in cui si legge:

“Il virus responsabile della COVID-19 non è stato rilevato nel latte materno raccolto dopo la prima poppata (colostro) delle donne affette. Invece sono stati rilevati anticorpi anti SARS-CoV. Date le informazioni scientifiche attualmente disponibili e il potenziale protettivo del latte materno, si ritiene che, nel caso di donna con sospetta infezione da SARS-CoV-2 o affetta da COVID-19, in condizioni cliniche che lo consentano e nel rispetto del suo desiderio, l’allattamento debba essere avviato e/o mantenuto direttamente al seno o con latte materno spremuto”.

Si tratta di un’affermazione davvero importante che dimostra quanto sia fondamentale per la salute dei neonati favorire l’allattamento al seno.

Allattamento e Cov-19
Allattamento e coronavirus

Le mamme risultate positive al test del Covid-19 non hanno trasmesso il virus al bambino durante il parto ma sono in grado di trasmettere al bambino gli anticorpi durante la poppata.

E non si tratta di informazioni fasulle. Tutt’altro.

In questo video potete sentire l’intervista al Prof. Rino Agostiniani, vicepresidente della SIP (Società Italiana di Pediatria) che conferma quanto appena detto.

La trasmissione del Coronavirus in gravidanza, dalla madre al bambino, è estremamente improbabile”. Ha dichiarato all’agenzia di stampa Dire, Rino Agostiniani, vicepresidente della Società’ italiana di Pediatria (Sip), confermando che in caso di positività materna ci sono delle precauzioni da mettere in atto per evitare che il contagio avvenga nei periodi successivi alla nascita.

“Sicuramente il latte materno non e’ un elemento di rischio – prosegue Agostiniani- ma e’ un elemento fortemente protettivo nei confronti dell’infezione per il bambino. Quindi l’indicazione è di far prendere il latte della mamma ai bambini. Andrà’ valutato – conclude il pediatra- se fare un allattamento direttamente al seno, oppure se dare il latte spremuto. In ogni caso il latte della mamma resta un caposaldo della gestione”.

E io aggiungerei che anche nel caso di bambini prematuri, l’allattamento resta sempre e comunque fondamentale.

Anche Martina Carabetta, consulente professionale in allattamento (IBCLC) e Presidente dell’ambulatorio Latte & Coccole di Roma scrive sul suo blog:

Allo stato attuale delle conoscenze che abbiamo sul COVID-19, le raccomandazioni per le mamme che allattano sono di proseguire nell’allattamento”.

E continua: “Non ci sono prove che l’allattamento e il latte materno siano veicoli di contagio per il bambino. Anzi, come in tutte le malattie infettive, allattare al seno fornisce al bambino una immunizzazione rapidissima grazie agli anticorpi che la mamma gli passa appena il suo corpo inizia a riconoscere e fabbricare anticorpi verso l’organismo responsabile della malattia.

In genere i bambini non allattati si ammalano più facilmente o più severamente di quelli allattati. 

Solo nel caso in cui la mamma sia sintomatica e necessiti di cure in  isolamento in ospedale, si deve valutare come alimentare il bambino, cercando di salvaguardare l’allattamento, per esempio fornendo al bambino che resta a casa il latte tirato della mamma.

Il virus non è stato infatti rintracciato nel latte tirato da mamme che avevano appena partorito positive al coronavirus, ma in alcuni campioni erano piuttosto stati trovati gli anticorpi”.

Allattamento e corona Virus
A woman breastfeeds her baby during Breastfeeding Week, at the Maternity Hospital in Guatemala City on August 6, 2014. World Breastfeeding Week is celebrated every year from August 1-7, in more than 170 countries, including Guatemala, to encourage breastfeeding as a means to improve infants’ health. AFP PHOTO/Johan ORDONEZ (Photo credit should read JOHAN ORDONEZ/AFP/Getty Images)

La Leche League International

La Leche League International ha emanato un comunicato stampa relativo alla questione Covid-19 e allattamento, in cui si legge:

Incoraggiamo tutte le famiglie a riconoscere l’importanza dell’allattamento nel fornire protezione immunologica ai bambini allattati”.

Le associazioni di categoria, Il Ministero della salute, l’Istituto Superiore di sanità e l’OMS riconoscono e decretano l’importanza di continuare ad allattare i bambini con latte materno anche in casi di contagio della mamma, attuando tutte le precauzioni possibili per evitare la trasmissione del virus.

Tra queste: “l’igiene delle mani e l’uso della mascherina durante la poppata, come da raccomandazioni del Ministero della Salute

Nel caso in cui madre e bambino/a debbano essere temporaneamente separati, si raccomanda di aiutare la madre a mantenere la produzione di latte attraverso la spremitura manuale o meccanica che dovrà essere effettuata seguendo le stesse indicazioni igieniche.

La consulenza in allattamento

Per le mamme che avessero bisogno di consulenza in questo delicato momento, ecco alcuni link utili o siti da consultare per cercare di reperire informazioni:

Consultare una consulente in allattamento per chiedere informazioni e confrontarsi è la cosa ideale da fare. Se cercate una consulente Professionale IBCLC potete consultare il sito dell’AICPAM.

Per trovare una consulente volontaria in allattamento potete contattare la Leche League Italia

Per reperire informazioni istituzionali su Cov-19 potete consultare il sito del Ministero della salute

oppure il sito dell‘Organizzazione Mondiale della Sanità.

Se avete bisogno di chiarimenti o anche solo di confrontarvi con le altre mamme che seguono il mio blog potete commentare qui sotto o scrivermi all’indirizzo mail annarita@telodicemamma.com

di Annarita Carbone

Metti un like alla mia pagina Facebook. Il mio blog per la tipologia degli argomenti trattati, poco si presta alle pubblicità delle multinazionali che ruotano attorno al business delle mamme e dei bambini. Io non accetto sponsorizzazioni di alcun tipo.