Massaggi in gravidanza e allattamento: io consiglio il Pasua

massaggi in gravidanza

Last updated on Aprile 16th, 2021 at 11:36 am

Massaggi in gravidanza e allattamento

C’è chi sconsiglia alle mamme in gravidanza e/o allattamento di sottoporsi a massaggio ma se la gravidanza procede bene e soprattutto se il massaggio è lieve, dolce e non invasivo, i benefici che la mamma può provare sono davvero tanti.

Questo articolo sul Pasua massaggio è stato scritto per la rivista Viversani e belli, con cui collaboro ormai da diversi anni e ho deciso ora di condividerlo con voi.

Il massaggio di cui vi parlo oggi è stato ideato da Giovanni D’amato di Roma,  che per alcuni anni è stato il mio personal trainer.

Si tratta di un massaggio che ha come scopo quello di riequilibrare le energie e di apportare benefici sia al corpo che alla mente. Non ha controindicazioni, né in gravidanza, né in allattamento  e regala subito benessere.

Io lo consiglio alle mamme perché ho provato personalmente il piacere di un massaggio Pasua in gravidanza.

La mamma che lo desidera può ricevere il massaggio in tutti i nove mesi della gravidanza se la gravidanza procede bene. E’ comunque sempre meglio parlare con il ginecologo del tipo di massaggio che si vuole provare.

Il massaggio Pasua non ha alcuna controindicazione in gravidanza ma c’è tutta una categoria di massaggi che andrebbe evitata. Ad esempio quella dei massaggi che vengono effettuati con apparecchiature particolari, oppure massaggi meccanici, o ancora la pressoterapia.

Massaggio alla schiena in gravidanza

La schiena è una delle parti del corpo che vengono maggiormente sollecitate durante tutta la durata della gravidanza, specie negli ultimi mesi. L’uso curativo del tatto si sa, ha origini antiche e veniva praticato dai popoli di tutto il mondo. Il massaggio Pasua, attraverso il tatto, tende a riequilibrare l’energia che fluisce nel nostro corpo dalla testa fino ai piedi.

Nato in Italia agli inizi di questo secolo, il massaggio sta prendendo sempre più piede e viene considerato, da coloro che lo praticano, un vero toccasana.

In esso si fondono varie tecniche olistiche, dallo Shiatsu al Reiki al massaggio bioenergetico. Tutte utilizzate allo scopo di migliorare la qualità della vita. Ogni massaggio viene infatti personalizzato in base alle esigenze del ricevente attraverso la «diagnosi di Hara», una tecnica utilizzata nello Shiatsu per rilevare la disarmonia energetica.

A diagnosi effettuata, inizia il lavoro di riequilibrio dei chakra con la tecnica Reiki che agisce direttamente sui meridiani energetici.

massaggio gravidanza

I Risultati: effetti benefici a 360° per la mamma

«Le persone che hanno provato questo tipo di massaggio, spiega Giovanni d’Amato, ideatore della tecnica, hanno riferito miglioramenti a 360° proprio perché si è in grado di sciogliere le tensioni accumulate a livello fisico apportando beneficio e sollievo anche a livello emotivo.

Migliorano così gli stati di ansia, di depressione, i disturbi del sonno, respiratori e l’attività sessuale».

Molte sono le mamme che hanno provato il beneficio del massaggio e degli esercizi di rilassamento in gravidanza, soprattutto le mamme che hanno intenzione di provare il Vbac: parto naturale dopo il cesareo. 

Per allontanare ansia e depressione: Le sensazioni negative che talvolta affollano la mente e la sfera emotiva tendono a sparire grazie all’azione delle endorfine (gli ormoni del piacere) che vengono messe in circolo nell’organismo attraverso il massaggio.

Per respirare meglio: Quando si è sotto stress il respiro si accorcia, è affannoso e ciò va a discapito del cuore e di tutti gli organi collegati con la respirazione. Durante il massaggio Pasua, la persona inizia a espirare in modo diverso dal solito. Il respiro si fa più lento, più lungo e regolare e le tensioni iniziano ad allentarsi.

Per combattere l’insonnia: Dopo il massaggio il corpo risulta più rilassato, l’energia fluisce in maniera equilibrata e il cervello ha imparato come staccare la spina. La persona che si sottopone al massaggio associa la posizione supina al rilassamento. Questo conduce ad uno stato di maggior relax che facilita il sonno.

Affidarsi solo a mani esperte

Solo gli operatori certificati che hanno frequentato la scuola Pasua conoscono e possono utilizzare questa tecnica. È necessario seguire la giusta formazione affinché le varie sequenze nelle sedute siano costruite in maniera progressiva.

La scuola di tecnica del massaggio Pasua si trova a Roma. Gli operatori olistici e le persone interessate a provare la tecnica possono visitare il sito www.pasua.it

La persona che si sottopone alla seduta, è distesa su un lettino in posizione supina. È preferibile restare nudi o indossare uno slip coprendo le parti intime con un telo bianco. La scelta del colore è importante. Meglio non utilizzare colori scuri che trattengono l’energia e potrebbero interferire con la buona riuscita del trattamento.

L’operatore avvicina le mani al ricevente ponendole a breve distanza dal suo corpo in corrispondenza dei 7 chakra (punti in cui risiedono le energie vitali) posizionati lungo la parte anteriore del busto.

La digitopressione, tecnica Shiatsu, viene eseguita con i pollici e con i palmi della mano su tutto il corpo ma in particolare su piedi, mani, viso e testa, che vengono maggiormente sollecitati durante la giornata.

Nella seconda parte della seduta l’operatore continua il lavoro sui meridiani energetici posteriori, in particolare sul meridiano di vescica urinaria che corre lungo tutto il corpo e che svolge un ruolo importante perché immagazzina e rilancia l’urina proveniente dai reni.

È poi la volta di allungamenti e stiramenti dei meridiani miofasciali cioè di quei percorsi di muscoli che influiscono sulla postura e sulle posizioni scorrette del corpo, apportando beneficio all’apparato muscolo scheletrico. Il massaggio termina con la parte di bioenergetica, effettuato con l’olio caldo.

Il numero delle sedute è variabile: in genere si consiglia 1 seduta ogni 10 giorni per circa 8-10 massaggi. Poi si allungano i tempi fino ad arrivare a farne 4-5 l’anno.

Prima del trattamento sarebbe meglio consumare dei pasti leggeri e far trascorrere almeno 2 ore dal pasto. Dopo il massaggio invece si sconsiglia di bere un tè o una tisana e di aspettare almeno un paio di ore prima di fare la doccia.

Tutti sappiamo dell’importanza di una dieta leggera ma che apporti alla mamma in gravidanza e allattamento i nutrienti giusti. Non tutti sanno però che la mamma che aspetta un bambino o che allatta può anche condurre una dieta vegetariana o vegana.  

Benefici della fase bioenergetica

La parte bioenergetica del massaggio viene effettuata con gli oli caldi aromatizzati con essenze scelte appositamente per le esigenze della persona. L’olio caldo, oltre a fornire una buona dose di coccole, favorisce l’eliminazione delle tossine perché va a stimolare i processi di rigenerazione della cute e facilita la produzione di collagene.

Le mamme che preferiscono saltare il massaggio con gli oli caldi possono scegliere formule alternative e parlare con l’operatore che andrà in contro alle loro esigenze.

Solo per le mamme in allattamento

Il massaggio Pasua è particolarmente indicato contro il gonfiore, i dolori addominali e il mal di schiena. Tuttavia le mamme in gravidanza che si sottopongono al massaggio dovrebbero saltare la fase del massaggio con l’olio caldo effettuato nella zona dell’Hara, cioè dell’addome. Questo per ovvi motivi.

L’addome è il punto in cui vanno ad accumularsi tutte le tensioni. Il massaggio fatto in questa zona è utile per lenire dolori provocati da gonfiore, coliti, stipsi e infiammazioni intestinali che si ripercuotono spesso anche sulla zona lombo sacrale.

Dopo la gravidanza la mamma potrà usufruire del massaggio completo.

Il principio del dare e avere

«Il massaggio Pasua – sottolinea D’Amato – attiva un circolo di energia vitale e continua che si fonda sul principio del dare e avere. Difatti è importante che l’operatore, oltre ad avere una buona preparazione tecnica, sia anche allineato e centrato durante ogni trattamento.

L’operatore è il tramite, lo strumento attraverso il quale l’energia universale fluisce nel corpo di chi riceve il massaggio attivando quel circolo vitale unico e continuo che riequilibra il nostro corpo. Se la concentrazione è ottimale, anche l’operatore beneficerà del trattamento».

Ogni massaggio, lo ricordiamo, viene personalizzato a seconda delle esigenze della persona.

La stimolazione dei Chakra

Il massaggio Pasua lavora attraverso la stimolazione dei Chakra (letteralmente ruota, circolo) cioè i punti recettivi del corpo, in cui risiedono le energie vitali. Esistono 7 chakra basici o principali che si distribuiscono dalla parte bassa della colonna vertebrale, fino alla parte più alta della testa. Lo stress quotidiano, i dolori fisici ed emotivi influiscono negativamente sui Chakra. La stimolazione attraverso il tatto mira a stimolarli, ad aprirli per favorire i flussi energetici e riequilibrare il corpo.

Si tratta sempre di un tocco delicato, specie durante la gravidanza.

Secondo la tradizione giapponese i meridiani energetici sono i canali attraverso i quali l’energia fluisce nel nostro corpo. I principali sono due: il primo si trova nella parte anteriore del corpo, dal cranio fino al pube (meridiano vaso concezione). Da questo partono i 6 meridiani minori chiamati Ying.  Il secondo si trova nella parte posteriore del corpo lungo tutta la colonna vertebrale (meridiano vaso governatore). Da questo partono altri 6 meridiani chiamati Yang.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici e metti like alla mia pagina Facebook. Il mio blog, per la tipologia degli argomenti trattati e per fiducia al Codice di commercializzazione dei sostituti del latte materno, poco si presta alle pubblicità delle multinazionali che ruotano attorno al mondo delle mamme e dei bebè. Con il tuo like potrai contribuire a far girare le mi inchieste e le mie idee.

Forse potrebbero interessarti anche  Maternità e allattamento, i libri della mia vita 

Oppure altri articoli della categoria Allattamento

 

Servizio di Annarita Carbone con la consulenza di Giovanni D’Amato dell’Istituto Europeo di Shiatsu di Roma, ideatore del massaggio, personal trainer specializzato in tecniche posturali ed energetiche.