Non esistono piu i papà di una volta.

I nuovi papà

Non esistono più i papà di una volta, per fortuna! Quelli di oggi sono in grado di gestire la famiglia anche in mancanza della partner. Sono i nuovi papà.

Hanno mille risorse: cambiano i pannolini, cucinano, fanno la spesa.  E io,  quello che ho scelto per i miei figli, lo adoro!

Questo post non posso non dedicato a lui che oggi, mentre io ero a Milano al Mammacheblog d’autunno 2016,  ha gestito la famiglia, la casa e perfino il nuovo arrivato (un bellissimo cucciolo di cavalier king di soli due mesi), in maniera eccellente.

Mentre ero sul treno,  di ritorno da una giornata piena di emozioni e ricca di novità, mi ha inviato queste foto.  Guardate anche voi. Il messaggio diceva: “Ti lasciamo una bella cenetta”.

Non potevo credere ai miei occhi. Non solo ho avuto l’acquolina in bocca ma pensavo a quanto sarebbe stato bello guardarli tutti insieme armeggiare in casa senza me.

I bambini sono abituati al mio lavoro ma di solito cerco di non lavorare quando siamo insieme a casa.  Voglio dedicarmi completamente a loro.

Oggi invece li ho lasciati per tutto il giorno.  L’appuntamento a Milano era alle 9 del mattino. Avrei potuto prendere un albergo e dormire fuori casa la sera prima. Invece non ci sono riuscita a lasciare i miei bimbi. La notte è  un momento delicato e io voglio esserci. Non perché  non mi fidi di mio marito, sia chiaro. Ma so che loro hanno bisogno del calore della mamma in caso di: brutto sogno, sonno turbolento, insonnia o semplicemente in caso di bisogni primari tipo acqua, pipì o coccole.

Ma torniamo al papà.

Mentre leggevo quei messaggi e guardavo le foto pensavo: ma che fine hanno fatto i papà  di una volta? Quelli che mai e poi mai avrebbero cambiato un pannolino. Quelli che tornavano dal lavoro stanchi e senza dire una parola si buttavano sul divano chiedendo: cosa c’e  per cena? Quelli che la domenica si alzavano e: ciao, io vado allo stadio. Quelli che la mamma, a volte,  nemmeno la consideravano. Quelli che la data di nascita dei figli, non se la ricordavano nemmeno per sbaglio!

Insomma,  i papà  anni 60-70. Si, proprio quelli.

Io,  per fortuna, non ne vedo più. Vedo molti papà  come te che mi aiuti e mi salvi, in tutti i modi in cui una mamma può  essere salvata.

di Annarita Carbone

 

Condividi