Maternità e allattamento. I libri della mia vita.

Libri senza i quali non sarei stata in grado di sopravvivere come mamma.

Se sei mamma o stai per divina, ci sono dei libri che possono aiutarti innanzitutto a capire che tipo di mamma sei e poi a trovare la strada giusta per capire e aiutare il tuo bambino a crescere con serenità.

 

Quando sono diventata mamma sentivo molti consigli dalle persone che mi circondavano. Non intendo solo da amici e parenti ma da tutti. Proprio tutti.

Il fruttivendolo, il parrucchiere, il pescivendolo e persino i passanti si sentivano in diritto di condividere con me le loro perle di saggezza.

“Cerca di non abituarlo a stare in braccio!”, “hai già preparato la cameretta per farlo dormire da solo?” “Chissà quanto ti sarà costato il corredino!”. “Quando tornerai a lavoro dopo il parto?”. Tutte domande che mi lasciavano perplessa e che, a dire la verità mi mettevano un po’ di ansia.

Ma le persone non erano le uniche a darmi informazioni fuorvianti. Anche i libri e le riviste che trovavo in edicola, non sempre forniscono alle mamme le informazioni corrette. Sono tanti i giornalisti e gli scrittori che parlano e scrivono sulla base di dati inesistenti o di zero esperienze. Specie in merito all’allattamento, trovavo spesso informazioni errate e fuorvianti. Ricordo benissimo di una rivista che invitava a distanziare le poppate aspettando le 3 ore. Ma come si fa? Lo sanno anche i muri che l’allattamento deve essere a richiesta!

E poi ancora, libri per far dormire il bambino da solo, libri per insegnare al bambino come regolarizzare le poppate al seno, libri su come insegnargli a non fare capricci. Cose che sinceramente ho trovato sempre assurde. Poi ho iniziato a seguire il filone giusto, quello dell’alto contatto, dell’accudimento amorevole e dell’allattamento a termine. E sono diventata la mamma che sono.

Vorrei allora condividere con voi i libri che hanno contribuito a formare la  mia coscienza di mamma.

 

Bésame Mucho  Di Carlos Gonzàlez

Adoro Gonzàlez. Lui parla alle mamme con un fare dolce, comprensivo e spiega le cose in maniera semplice con un linguaggio comprensibile e direi quasi empatico.

 

 

di cosa parla il libro?

Spesso i neogenitori sono pieni di dubbi e ansie e in caso di difficoltà chiedono consiglio agli amici, anziché fermarsi a riflettere su quello che gli sta comunicando il loro bambino.
E proprio per questo Carlos Gonzales ha ritenuto indispensabile intervenire in difesa dei bambini: i bambini non fanno i capricci, non sono da punire con la forza, ma vanno semplicemente accuditi con l’istinto materno (non quello codificato negli ultimi secoli ma quello atavico che ognuno di noi possiede da milioni di anni).
Qui troverete una risposta razionale a tante domande che assillano i genitori:
• Perché il bambino non vuole dormire da solo?
• Perché i bambini piangono?
• Perché richiamano la nostra attenzione?
• Perché sono gelosi?
• Quando diventano indipendenti?
• Perché vogliono stare sempre in braccio?
• Cos’è l’insonnia infantile?

Sempre di Carlos Gonzàlez, il libro “Un dono per tutta la vita”.

 

Suo obiettivo non è convincere le madri ad allattare, né dimostrare che al seno “è meglio”, bensì offrire informazioni pratiche per aiutare le madri che desiderano allattare a farlo senza stress e con soddisfazione. Nel seno, oltre al cibo, il bimbo cerca e trova affetto, consolazione, calore, sicurezza e attenzione. Non è solo una questione di alimento; il bimbo reclama il seno perché vuole il calore di sua madre, la persona che conosce di più. Per questo motivo la cosa importante non è contare le ore e i minuti o calcolare i millilitri di latte, ma il vincolo che si stabilisce tra i due e che è una sorta di continuazione del cordone ombelicale. L’allattamento è parte del ciclo sessuale della donna; per molte madri è un momento di pace, di soddisfazione profonda, in cui riconosce di essere insostituibile e si sente adorata. È un dono, sebbene sia difficile stabilire chi dà e chi riceve.

 

Bebè a costo zero di Giorgia Cozza.

Giorgia Cozza è una delle mie autrici preferite.
Di libri lei ne ha scritti molti inerenti l’allattamento.
Il primo che ho letto è Allattare e Lavorare si può, edito da La Leche League Italia, edizioni da Mamma a Mamma.
Non sono in grado di fornirvi il codice per acquistare questo libro ma posso dirvi che potrete trovarlo presso tutte le consulenti italiane de La Leche League.
Posso invece consigliarvi di acquistare il libro Bebè a Costo Zero, uno dei libri più geniali che io abbia mai letto.
Di cosa parla il libro? Ve lo spiego in questo piccolo spazio.
Leggetelo e poi mi saprete dire.

Carrozzine, vestitini, omogeneizzati… quanto costa avere un bambino oggi? Le statistiche parlano di un investimento di migliaia di euro solo nel primo anno di vita. Certo, tutti i genitori desiderano il meglio per il proprio cucciolo, e pur di darglielo non badano a spese. Ma che cos’è davvero il meglio per lui? E quanto costa? Questa guida al consumo critico e consapevole si addentra nell’affollato mondo dei prodotti per l’infanzia distinguendo tra reali esigenze e bisogni indotti dalla pubblicità, per scoprire cosa può essere davvero indispensabile o utile, o inutile o persino dannoso, durante la gravidanza e la prima infanzia. Grazie alla consulenza di numerosi esperti (pediatri, pedagogisti, ostetriche, psicologi, fisioterapisti…), spiega come affrontare momenti delicati, dall’allattamento allo svezzamento, dall’igiene al sonno, dall’acquisizione dell’autonomia fino alle prime letture, e offre numerosi suggerimenti pratici per evitare spese inutili e sfuggire alla trappola del “caro-bebé”, con un occhio di riguardo per l’ambiente. Ma, al di là delle indicazioni concrete, propone soprattutto un modello pedagogico e di vita che risponde ai reali bisogni del neonato (e di tutti gli esseri umani), e insegna a circondare il nostro piccolo non di “cose”, ma di ciò che può favorirne davvero lo sviluppo psicofisico, facendone una persona serena e armoniosa.

 Allattare e lavorare si può di Giorgia Cozza

Quando non sapevo come fare per tirarmi il latte, congelarlo, conservarlo nel modo adeguato. Quando non sapevo come organizzarmi con il mio piccolo e con l’ufficio, ho trovato le istruzioni giuste in questo libro. La versione ristampata dello scorso anno, 2015, elenca anche tutte le norme relative al rientro a lavoro delle mamme. Insomma, una specie di vademecum per la mamma che lavora e che non vuole rinunciare al piacere di allattare.

Questo libro purtroppo non potrete acquistarlo su amazon ma lo troverete presso tutte le consulenti de La Leche League. Per info su come acquistare il libro, clicca qui.

Sapore di Mamma di Paola Negri

Questo libro parla di allattamento a termine, una pratica che si sta diffondendo sempre più grazie a iniziative e interventi per la sua promozione. Sono infatti sempre di più le donne che allattano secondo le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ovvero fino a due anni di vita del bambino e anche oltre. C’è una bella differenza però fra allattare un neonato e allattare un bambino di uno, due o più anni, e non sempre le mamme riescono a trovare informazioni specifiche, coerenti e aggiornate su questo argomento. Come se non bastasse, oltre a non trovare risposte soddisfacenti ai tanti, inevitabili dubbi, le donne che decidono di continuare ad allattare il bambino dopo il primo anno si sentono spesso isolate e non trovano occasioni in cui scambiare opinioni ed esperienze con altre mamme. Anzi, spesso si scontrano con l’ignoranza e la disapprovazione del prossimo (il compagno, i parenti, il proprio ginecologo o il proprio pediatra) intrisi di luoghi comuni come quello secondo cui dopo i primi 12 mesi “il latte diventa acqua”.
Chi ha il diritto di decidere sulla sua durata? Su quali basi può deciderlo? Cosa vuol dire, oggi, allattare fino all’anno e oltre? Cosa comporta questo per la madre, per il padre e per il bambino? È vero che l’allattamento prolungato rende le madri succubi dei figli, e questi ultimi viziati, dipendenti e mammoni?
Ma soprattutto, perché molte persone si sentono in diritto di dire alla madre quello che deve fare riguardo all’allattamento, in tante situazioni così diverse l’una dall’altra e senza che venga richiesta la loro opinione in merito?
“Sapore di mamma” offrirà tutte le informazioni affinché ogni madre trovi le proprie personali risposte a queste e altre domande, unitamente a spunti di riflessione sui vari aspetti dell’allattamento che vanno ben oltre quello puramente nutritivo. Gli operatori sanitari e tutte le figure che si trovano a lavorare con mamme e bambini piccoli, troveranno in questo libro una chiave per entrare con maggiore rispetto nel delicato mondo della coppia madre-bambino, comprendendone meglio vissuti, bisogni e sentimenti, in modo da offrire finalmente un’assistenza più rispettosa, mirata e consapevole, e quindi efficace. Il libro è inoltre arricchito da numerose testimonianze di mamme. (Fonte il bambino naturale).

 

E se aspetti un secondo bimbo o bimba, non puoi perdere Benvenuto fratellino, benvenuta sorellina di Giorgia Cozza.

C’è un bimbo in arrivo! Quando la famiglia cresce, genitori e figli sono chiamati a trovare un nuovo equilibrio. Come aiutare il primogenito ad affrontare il cambiamento con serenità e con gioia? Dopo la nascita come gestire le esigenze di due o più bimbi di età diversa? E ancora, quali accorgimenti possono favorire l’intesa tra fratelli e sorelle nell’infanzia? “Benvenuto fratellino, benvenuta sorellina” risponde ai dubbi e agli interrogativi dei genitori, offrendo utili informazioni e suggerimenti pratici per coinvolgere i fratelli maggiori nell’attesa e nell’accoglienza del nuovo nato. Gli interventi degli esperti, psicologi e pedagogisti, indicano come gestire la situazione se il bambino è in difficoltà (ad esempio in caso di regressione o gelosia intensa). E per le mamme che stanno allattando quando scoprono di essere nuovamente in attesa, le dritte di ginecologi e consulenti in allattamento.

 

Se non lo hai ancora fatto, metti Mi piace alla mia pagina Facebook. Contribuirai così a far girare le mie inchieste e le mie idee.

 

di Annarita Carbone

 

 

 

 

Condividi