Allattare in pubblico: il Papa dice sì e rompe i tabù.

“Se i vostri figli piangono perché hanno fame io dico: sentitevi libere di dargli da mangiare. Anche qui, adesso”.

Sono le parole pronunciate oggi da papa Francesco durante la cerimonia del battesimo di 26 bambini nella Cappella Sistina a Roma. Il Papa, al termine della celebrazione del sacramento si è rivolto alle mamme usando non a caso l’aggettivo “libere”. Perché allattare il proprio bambino è una cosa che dovrebbe avvenire alla luce del sole, senza il bisogno di doversi nascondere mai. Le parole di Bergoglio hanno subito destato clamore. In molti mi hanno scritto o chiamato per annunciare la notizia.

“Il Papa ha dato il permesso di allattare in chiesa”, mi hanno comunicato i miei amici con enfasi. Io ero fuori casa. Immediatamente ho letto le agenzie, cercato video della celebrazione.  Ho visto e rivisto il momento in cui il Papa ha bagnato la testa dei neonati rinnovando il sacramento del battesimo proprio il giorno in cui si festeggia anche quello di Gesù. Ho ascoltato le sue parole. Attentamente. Ed ho pensato che io questo Papa, lo adoro.

Un momento speciale celebrato da una persona speciale. Mi piace papa Francesco. Mi piacciono le scelte che fa.  Mi piace la sua voce. Il suo sguardo mi rassicura e mi trasmette pace. Non oso nemmeno immaginare cosa possano aver provato i genitori di quei bambini che si sono trovati al fianco del Papa, con il loro neonato tra le braccia. Già il battesimo di per sé è un momento emozionante. Celebrato dal Papa poi, nella Cappella Sistina, deve essere stato straordinario.

Anche io, due anni fa l’ho fatto. Durante il battesimo di mio figlio Dario, nella meravigliosa chiesa di Santa Maria del Popolo, l’11 gennaio 2014, ho allattato il mio bambino. Padre Enrico, una persona straordinaria, non solo mi ha dato il permesso di farlo  ma mi ha anche invitato a farlo. E io, tra lo stupore degli invitati e dei molti turisti presenti, ho allattato.

IMG_3481

Le parole del Papa segnano una nuova era. Quella in cui allattare in pubblico non è più un tabù. Anche negli anni scorsi il Papa aveva dato il permesso alle mamme di allattare in chiesa e quest’anno ha ribadito con forza il suo pensiero: “Quando i bimbi piangono le mamme devono sentirsi libere di allattarli”. E se il Papa ha bisogno di dare il via libera alle mamme è solo perché la società non ci facilita certo la vita.

Ci sono Paesi o luoghi nei quali allattare non si può. Ci sono persone che pensano che mostrare il seno in pubblico sia un atto osceno. In alcuni paesi americani le mamme sono costrette a nascondersi sotto una sorta di mantellina. Ne vendono molte e di tutti i colori. Segno che la domanda è alta.

È di pochi giorni fa la notizia, agghiacciante, di una madre uccisa in strada da una poliziotta dell’ISIS perché allattava il suo bambino.

In Italia, alcune volte, mi è capitato di leggere dei cartelli con su scritti tutta una serie di divieti, tra i quali anche quello di  allattare. Nelle chiese poi, se tiri fuori il seno per allattare, molti ti guardano come se volessero crocefiggerti.

Mi è successo qualche giorno fa. Ero al battesimo di mia nipote. Mio figlio di 2 anni ha iniziato a piangere. Voleva dormire. Premetto che lui dorme solo dopo aver succhiato. Mi sono seduta sulla navata laterale, in un banco abbastanza appartato e l’ho allattato continuando a seguire la cerimonia. Dopo qualche minuto mi sono accorta che la maggior parte dei presenti aveva spostato l’attenzione.

Quasi nessuno guardava più il sacerdote. Molti dei presenti guardavano me. I loro volti, quasi tutti, avevano espressioni serie e per niente sorridenti. Solo dopo circa mezz’ora, quando Dario si è staccato ed ha iniziato a russare, i fedeli si sono rilassati e hanno continuato a seguire la cerimonia.

Certo, sono in una piccola chiesa di provincia, mi sono ripetuta nella testa.  Il mio bimbo è grandicello, è per questo che mi guardano male. E’ normale.

E invece no. Non è normale che la gente si scandalizzi quando vede una mamma che allatta. Non è normale doversi giustificare continuamente perché tuo figlio vuole succhiare. E’ invece normale che la mamma ed il bambino siano liberi.  Porgere il seno a tuo figlio non è un atto osceno. Si può fare. Lo dice anche il papa! Madonna-del-latte-leonardo-102-kM7D-U50202576289pYG-200x271@IoDonna

Anche la madonna allattava. La Madonna del Latte è da sempre un’iconografia cristiana molto venerata o per lo meno lo era  fino alla Controriforma. Dopo il Concilio di Trento, alle chiese intitolate alla Madonna del Latte fu cambiata denominazione. Specie a Milano e in Brianza, dove il culto della Madonna che allatta era molto sentito, i dipinti vennero fatti ritoccare o rimossi dai luoghi sacri. http://www.iodonna.it/attualita/primo-piano/2015/allattamento-seno-papa-francesco-50202576289.shtml